Il valore del lusso handmade e dell’eccellenza artigiana celebrato da Hermès


Le mani si muovono con arte e abilità, i gesti incantano per sicurezza e maestria. Di fronte allo sguardo ammirato dei visitatori, 11 artigiani trasformano sete, pellami, diamanti, vetro, ceramica nelle icone di stile di Hermès. Illustrano con precisione le diverse fasi del processo produttivo e, con l’aiuto di traduttori francesi, rispondono con gentilezza alla curiosità di chi li osserva.

Con una mostra articolata in 10 moduli, ciascuno dedicato a uno specifico savoir-faire, la maison fondata nel 1837 da Monsieur Thierry Hermès celebra la poetica e la tradizione dell’alto artigianato all’origine delle sue produzioni, svelando i segreti della lavorazione tecnica dei suoi celebri carré, delle preziose selle, delle leggendarie Kelly e Birkin.

In tour mondiale dal 2011, dopo 35 tappe tra cui New York, Parigi e Tokyo, Hermès approda con il Festival des Métiers a Milano dal 11 al 17 maggio 2017. Il percorso Dietro Le Quinte si snoda nei 1.100 m2 de La Pelota – spazio espositivo già scelto dalla casa di moda parigina per presentare la collezione Home durante la Milano Design Week.

Oltre ai piccoli laboratori artigiani, il docu-film Les Mains d’Hermès di Frédéric Laffont e Isabelle Dupuy-Chavanat e un filmato in realtà virtuale che esalta l’eccellenza e la passione artigiana della cristalleria Saint Louis, fondata nel 1586 e rilevata da Hermès nel 1995, proseguono il racconto permettendo al pubblico di ammirare le raffinate tecniche artigiane e comprendere il valore del lusso handmade.