Oggi c’è il Parco Dora


Per anni quei 456.000 mq su cui oggi si stende il Parco Dora hanno ospitato macchine e uomini che ogni giorno si mettevano all’opera per offrire al mondo, là fuori da quei capannoni, componenti per l’industria dell’auto. Ora, quella divisione tra il mondo dentro la fabbrica e quello fuori dalla fabbrica non esiste più. Prima è stata la fabbrica a non esistere più, svuotata di operai e di macchinari, poi sono stati i muri ad essere abbattuti.

Oggi ciò che rimane a memoria di quella storia sono alcuni pilastri e il tetto. Tutt’attorno la città scorre, entra ed esce attraversando un parco, camminando lungo percorsi color mattone, correndo in bici. Merito del piano di ricostruzione affidato a Jean Pierre Buffi architetto individuato a valle di un concorso pubblico agli inizi del nuovo secolo.

Nel 2012 il parco riceve il premio per il The International Architecture Award 2012. Da tre anni è il cuore della rinascita di un quartiere, sede di festival cittadini e polo in cui si ritrovano le generazioni di una città.

Dov'è Parco Dora?