Glimpt: design nomade


Dal 2010, Mattias Rask e Tor Palm, i due designer svedesi fondatori di Glimpt, hanno cominciato a viaggiare per il mondo in cerca di piccole realtà artigiane dalle quali farsi ispirare e con le quali collaborare. Il primo viaggio li ha portati a Cape Town, Sudafrica, all’interno di un laboratorio di ceramica chiamato Potters Workshop. Quattro settimane di lavoro per far nascere la collezione Forbidden Fruit, una serie di lampade dal particolare effetto “puntinato”. E’ stata poi la volta del Vietnam dove sono entrati in contatto con UMA, una piccola azienda di arredamento locale e con alcuni mastri tessitori. Ne è nata Superheroes (venduto a Cappellini) una serie di giare realizzate da una successione di rotoli intessuti e opportunamente colorati. Infine si sono spostati in Perù dove hanno lavorato con gli artigiani di Artesanos Don Bosco per realizzare una serie di tavolini da caffè in legno decorato chiamati Prehistoric Aliens.