Fatto in Italia, dal Medioevo al Made in Italy


“Fato in… nella butega de…”: questa la scritta impressa sul retro delle maioliche realizzate in Italia nel 1200, quando la qualità artistica e artigianale delle produzioni del nostro Paese era già considerata di forte valore.

“Fato in… nella butega de…”: questa la scritta impressa sul retro delle maioliche realizzate in Italia nel 1200, quando la qualità artistica e artigianale delle produzioni del nostro Paese era già considerata di forte valore.

Dal Medioevo quelle parole si sono trasformate, diventando oggi l’espressione che tutti conosciamo: Made in Italy.

Dal 19 Marzo al 10 Luglio, la Reggia di Venaria Reale, mette in scena un viaggio compiuto attraverso le opere artistiche artigianali italiane e l’evoluzione delle migliori maestranze del nostro Paese.

Grazie alla mostra Fatto in Italia, dal Medioevo al Made in Italy, all’interno delle meravigliose sale della Reggia si possono ammirare collezioni di arredi, armi e armature, monili, utensili e abiti, creati da abili mani in grado di plasmare con altissima qualità e raffinatezza di dettagli ceramica, ferro, corallo tessuti, metalli preziosi.

In un’alternanza di sale che accendono i riflettori ora su un’area geografica specifica, ora su un panorama materico omogeneo, ora su un periodo circoscritto, sono gli oggetti a comporre un racconto inedito e stupefacente della storia d’Italia, fino ad accompagnare il visitatore ai giorni nostri.

Ed è con gli occhi pieni della cura e della bellezza, che l’artigianato italiano – ancor prima che l’Italia fosse nazione – è stato in grado di produrre nei secoli, che il pubblico è condotto, con un salto temporale, a immergersi nell’oggi: un panorama di storie di manufatti creati da progettisti contemporanei italiani che a quella grande storia di sapere artigiano fanno riferimento valorizzandola e attualizzandola attraverso il loro lavoro.